Attenzione: Spoilerissimi in agguato!

E’ in sala da pochi giorni, ma il dibattito che ha scatenato è già di quelli capaci di rimbalzare dalle poltrone dei cinema ai sedili del tram e di generare fiumi d’inchiostro e di pixel su giornali e siti internet. Naturalmente stiamo parlando di Inception, “filmone” del momento targato Christopher Nolan già premiato ai botteghini nazionali (al suo weekend di debutto è balzato in cima alla top ten con 2,6 milioni di euro).
Ambientato in un mondo in cui è possibile entrare nei sogni delle persone per carpirne i segreti il film è di quelli che si prestano a più interpretazioni e che stimolano l’elaborazione di teorie. Perchè in fondo si sa, quando i binari su cui si viaggia sono quelli di sogno e realtà deragliare è facile e trovarsi spaesati tra le due dimensioni ancor di più. Ma al di là di tutte le possibili interpretazioni e spiegazioni chi ha visto il film alla fine non può che schierarsi da una parte o l’altra della barricata e porsi la fatidica domanda: la trottola cade o non cade? Siamo nel sogno o nella realtà? Cobb (Leonardo DiCaprio) è riuscito davvero a tornare a casa dai suoi figli o si è “architettato” da solo un mondo all’interno dei suoi sogni in cui è riuscito nell’impresa di innestare l’idea nella mente di Fisher (Cillian Murphy)?

Dite la vostra commentando la news!

Scopri tutte le teorie sul controverso finale di Inception

Leggi il pressbook ufficiale di Inception

Guarda il nuovo video sulla trottola che impazza in Rete


© RIPRODUZIONE RISERVATA