Joker polemiche

Torniamo a parlare di Joker, il cinecomic di Todd Phillips vincitore del Leone d’Oro al Festival di Venezia 2019 e, tra gli altri, anche dell’Oscar al Miglior attore protagonista.

Ne parliamo per riportarvi un curioso retroscena dal set svelato dal regista, che nel raccontare alcuni dettagli sulle sequenze improvvisate dallo stesso Joaquin Phoenix – come quella del frigorifero – ha ammesso che esiste anche un’altra scena decisamente curiosa, ma tagliata perché ritenuta eccessiva. O meglio, “eccessiva persino per un film vietato ai minori”.

In verità, l’autore la descrive come “qualcosa di fantastico”, ma allo stesso tempo fin troppo folle per arrivare sul grande schermo:

«Una delle cose migliori di Joaquin è che lui è sempre disposto a provare. Quindi, visto che spesso finivamo le giornate di lavoro in anticipo, abbiamo iniziato a fare questa cosa che definivamo uno studio sull’insonnia. Era un nostro momento divertente, tipo: “Ci rimane un’ora al giorno, sfruttiamo questa cucina! Joaquin, facciamo qualcosa sul lavandino o sul frigorifero usando solo due telecamere”. Larry Sher stava dietro alla prima, Jeff Groth alla seconda, e facevamo queste scene. Il frigorifero era una di quelle. Non faceva parte dello script, era qualcosa che Joaquin aveva semplicemente fatto. E ne avevamo anche altre. Oltre al frigo, c’è solo un’altra di queste sequenze nel film, ed è quella in cui ride dopo essere andato nell’appartamento di Zazie Beetz […] Ce ne sono state anche altre due o tre, di cui una con Joaquin nella vasca da bagno. Era una scena fantastica, ma non credo che avremmo potuto davvero inserirla in un film, anche se si trattava di un film R-rated. E non perché fosse pornografica, era solo… qualcosa di completamente folle. Troppo.»

Scritto dallo stesso Phillips insieme a Scott Silver, Joker è basato sul celebre personaggio dei fumetti DC e vanta un cast che, oltre al protagonista, comprende anche Robert De Niro (Murray Franklin), Zazie Beetz (Sophie Dumond), Frances Conroy (Penny Fleck), Brett Cullen (Thomas Wayne), Glenn Fleshler (Randall), Bill Camp (ispettore Garrity), Shea Whigham (ispettore Burke), Marc Maron (Gene Ufland), Douglas Hodge (Alfred Pennyworth), Leigh Gill (Gary), Brian Tyree Henry (Carl) e Dante Pereira-Olson (Bruce Wayne).

Qui la sinossi:

Arthur Fleck è un povero comico fallito ed emarginato dalla stessa società che tenta ogni giorno di far ridere. Disilluso dalla vita e ormai privo di speranze per il futuro, si trasforma pian piano in una delle peggiori menti criminali che la storia di Gotham City possa ricordare.

Fonte: SBIFF Cinema

© RIPRODUZIONE RISERVATA