Ve lo precisiamo subito: non si capisce. Non si capisce se Joseph Gordon-Levitt sarà anche il regista dell’adattamento di Sandman, la famosa – e stupenda, permetteteci – serie a fumetti creata e sceneggiata da Neil Gaiman. Da questa intervista, rilasciata di recente durante la promozione di Sin City 2 di cui Gordon-Levitt è co-protagonista (e anche uno degli interpreti più apprezzati dalla critica, come dimostrano le prime recensioni del film), non si capisce.

Tutto quello che il giovane filmmaker, vincitore di un Emmy per il suo show HitRECord, ha detto è stato: «In questo momento siamo lavorando sullo script. Ci siamo io, Goyer, lo sceneggiatore Jack Thorne e Neil Gaiman, e anche qualcuno della DC e della Warner Bros. È un ottimo team. C’è molta di quella gente che ha lavorato sul Batman di Christopher Nolan. È veramente molto emozionate. Non c’è ancora uno script, perché abbiamo avuto dei problemi con l’adattamento visto che Sandman non è stato scritto in romanzi. Sin City è stato scritto come un romanzo. Sandman, invece, è composto da 75 episodi. C’è un motivo, quindi, se le persone hanno fallito nel corso degli ultimi venti anni nel tentativo di adattarlo».

Leggi anche: Le prime recensioni di Sin City 2

Fonte: Comicbookmovie

© RIPRODUZIONE RISERVATA