Quello di Kickboxer è uno dei tanti remake in lavorazione a Hollywood (per scoprire gli altri, clicca qui). Il film del 1989 con Jean-Claude Van Damme protagonista vedrà nuova luce grazie al regista Stephen Fung, uno che il mondo dei combattimenti lo ha già esplorato nel dittico Tai Chi Zero e Tai Chi Hero. La storia di Kickboxer, però, è diversa e dubitiamo che Fung possa utilizzare la stessa dose di effetti speciali impiegata nei due film sopra citati.

La pellicola con Van Damme era ambientata in una Thailandia soffocante e violenta, e gli stili di combattimento erano un mix di modernità e tradizione. Per questo, nell’assemblare il cast del remake, si sono cercate personalità adatte al contesto. E chi meglio di Dave Bautista può dare lezioni di lotta? Il wrestler, già visto in L’uomo dai pugni di ferro e star dei Guardiani della galassia, sarà il villain del film, il terribile Tong Po, mentre nel ruolo principale ci sarà un campione di Martial Arts, Alain Moussi (stuntman in X-Men: Giorni di un futuro passato). Insieme a loro, Scott Adkins (The Bourne Ultimatum, Zero Dark Thirty) e Tony Jaa (Ong Bak Trilogy, Fast & Furious 7). Nello specifico, Moussi interpreterà Kurt Sloan, che si recherà in Thailandia per imparare il kickboxing e vendicare la morte di suo fratello maggiore (Adkins), per mano di Po. Tony Jaa sarà il suo maestro.

Il film vanterà oltre 20 discpline di combattimento differenti, tanto per variare gli scontri il più possibile e aumentare il livello di spettacolo.

Fonte: Deadline

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA