È finito l’idillio tra Nic Refn e Ryan Gosling? Ora non esageriamo, ma è saltata fuori una notizia che di sicuro non farà la gioia dei fan della coppia che ci ha regalato Drive e – prossimamente – tornerà in sala con un nuovo revenge movie ambientato a Bangkok: Only God Forgives.

Come noto da tempo, una volta terminato il suo progetto thailandese (poteva essere alla Mostra di Venezia, poi al Festival di Roma, alla fine pare parteciperà all’edizione 2013 di Cannes), Refn dovrebbe dedicarsi al suo primo vero e proprio blockbuster, sostenuto da una produzione multimilionaria della Warner Bros: La fuga di Logan. Il film, un remake dello sci-fi post-apocalittico del 1976 – in cui alcuni sopravvissuti ad un olocausto nucleare, nel 2274, vivono in una città coperta e isolata da un’immensa cupola, e controllata da un supercomputer –  dovrebbe entrare in fase di preproduzione già a dicembre. Finora era dato per assodato che il protagionista del film sarebbe stato Gosling, ma ora il giornalista Justin Kroll di Variety ha twittato che di sicuro non sarà così.

Problemi tra il regista e il suo interprete feticcio? Così non sembra. Le ipotesi più probabili sono invece due. La prima è che la Warner non sia convinta di usare come volto simbolo di una produzione così costosa quello di un attore come Gosling più spesso impegnato nel cinema d’autore che in quello commerciale. La seconda, è che i programmi di Gosling, pronto alla sua prima regia, non siano compatibili con le tempistiche del kolossal sci-fi.

Fonte: Collider
Foto: Getty Images

© RIPRODUZIONE RISERVATA