Ieri vi parlavamo di Apple che sfratterà entro l’anno prossimo il cinema Apollo, e oggi (sempre tramite il Corriere della sera) scopriamo che l’Odeon si prepara a 14 mesi di chiusura in modo da fare spazio a un centro commerciale targato La Rinascente. La Fininvest avrebbe accettato infatti l’offerta degli storici grandi magazzini milanesi (pare per  80/100 milioni di euro).

Il rinomato cinema-teatro vicinissimo al Duomo (in Via Santa Radegonda) cambierà faccia e ridimensionerà le sale attuali al piano terra e nell’interrato, riducendole a dieci e facendo spazio al primo piano all’ampliamento della Rinascente, per ospitare vetrine di intimo, accessori e abbigliamento.

E così un altro cinema  del capoluogo milanese deve cedere il passo ad attività più redditizie. La cultura è in fuga dal centro di Milano? Molti frequentatori delle suddette sale sono insorti sui social, criticando aspramente l’amministrazione comunale, la quale ha risposto affermando di non poter intervenire in merito a trattative tra privati. E, intanto a Palazzo Marino si ospitavano i rappresentanti della Apple per ammirare il plastico del parallelepipedo di cristallo che sorgerà al posto dell’Apollo.

Il quotidiano online Milano Weekend ha deciso di lanciare una petizione online (potete firmare qui),  rivolta a Immobiliare Cinematografica Srl e alle Autorità cittadine – non per cercare di fermare la realizzazione dell’Apple Store,  ma per dare una nuova casa a un cinema così caro ai cittadini milanesi.

Noi diciamo la nostra su BreaKing Pop:

Fonte: Corriere della sera

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA