Come c’era da immaginarsi, la morte di Robin Williams ha sconvolte le vite di molte persone. Il mondo dello spettacolo si è unito in suo ricordo, un memoriale improvvisato è stato avvistato dalla panchina utilizzata per Will Hunting (film che gli permise di vincere l’Oscar), la figlia Zelda che scrive parole dolci e malinconiche… E sono passate meno di 24 ore dal tragico accaduto.

Non è rimasta impassibile di fronte alla dipartita del grande attore nemmeno la televisione italiana, che tra oggi e domani si unisce al ricordo generale di Robin Williams.
Sky per prima ha rilasciato una dichiarazione in merito: «Il miglior ricordo è in immagini. Le parole sono importanti, fanno commuovere, aprono ante di pensieri che non pensavamo di avere. Ma quel che fa la storia, per chi è stato un signore di Hollywood, sono le immagini. Sono i film, le interviste, i backstage, i frame rubati in un ristorante o nella Hall of Fame. Robin Williams ora è in un’altra Los Angeles. In quella degli “angeli” come evoca il nome della città. E come nei finali di molte sue pellicole non poteva andarsene in modo normale. Ma non glielo permettiamo, per lo meno così senza ringraziarlo.» Ecco quindi che proprio Sky fa partire una maratona dedicata all’attore, partita oggi alle 16 con Vita Da Camper, a seguire Hook Capitano Uncino, L’uomo Bicentenario e Jacob il Bugiardo.

Hook sarà in prima serata anche su Mediaset, seguito in seconda serata da Patch Adams (e nel primo pomeriggio è stato trasmesso Jumanji).
La Rai prevede Good Morning, Vietnam (seconda serata, canale 3) e su Rai Cinque alle 23 sarà riproposta una puntata del Letterman Show con Robin Williams protagonista.

I prossimi giorni saranno tutti dedicati all’attore, ed è giusto così. Robin Williams si merita fino all’ultimo sorriso, fino all’ultimo ricordo…fino all’ultima lacrima.

© RIPRODUZIONE RISERVATA