Da tempo Lucca fa da sfondo alle presentazioni dell’annuale appuntamento con Assassin’s Creed, celebre serie videoludica prodotta da Ubisoft, talvolta anche in maniera davvero epica, come è avvenuto nel 2012 con la rievocazione della battaglia di Bunker Hill, protagonista di Assassin’s Creed III.

Quest’anno a fare da cornice all’evento di presentazione è stata scelta Villa Bottini, edificio cinquecentesco acquistato nel XIX secolo da Elisa Bonaparte, sorella di Napoleone. Quale luogo migliore di questo per presentare un videogioco ambientato nella Parigi rivoluzionaria?

La conferenza è stata presieduta da Nicolas Guerin, Level Design Director di Ubisoft Montreal, divisione canadese da sempre fulcro della produzione della serie. Guerin ha ripercorso le varie fasi dello sviluppo visivo del gioco, ponendo l’accento sull’approccio cinematografico ed emotivo che ha caratterizzato l’intero impianto visivo.

La protagonista indiscussa è Parigi; quattro volte più grande di tutte le città dei titoli precedenti messe assieme; la città è stata divisa in sette distretti, tutti caratterizzati da una particolare architettura e popolazione. Fiore all’occhiello della ricostruzione è l’Ile de la cité, in cui è situata la cattedrale di Notre-Dame; realizzata in 14 mesi, con le sue guglie domina su tutta Parigi e vanta una ricostruzione accurata e dettagliata, che ha richiesto ben 5000 ore di lavoro per essere realizzata in 3D.

Durante i quattro anni di sviluppo, l’ambientazione è stata creata tenendo minuziosamente conto della realtà storica per poi adattarla al contesto videoludico; grande attenzione è rivolta a restituire l’atmosfera che si respirava nella Parigi dell’epoca, concentrandosi particolarmente sul contrasto tra ambienti agiati, con architetture classiche e arredi preziosi e distretti più poveri, tra la cui popolazione regna il malcontento.
Contrasto è quindi la parola chiave di questo titolo, e base stessa della Rivoluzione francese; contrasto tra ricchezza e povertà, aristocrazia e Terzo Stato, tra Assassini e Templari…

Abbiamo provato il gioco su XBOX One e ci siamo calati nei panni del protagonista Arno riscontrando numerosi miglioramenti sia nel gameplay che nella resa grafica; in particolare ci ha impressionato la rinnovata gestione della folla e la fluidità dei movimenti dell’assassino: il motore di gioco riesce a gestire fino a 5000 personaggi non giocabili contemporaneamente, anima il protagonista in modo più complesso e credibile. Più volte ci siamo fermati ad ammirare Parigi dall’alto dei tetti: la città è più viva che mai e l’accurata gestione delle luci e della nebbia volumetrica dona all’ambiente uno strato ulteriore di concretezza e organicità.

Assassin’s Creed Unity (guarda i minuti introduttivi del gioco) uscirà per XBOX One, PS4 e PC il prossimo 13 novembre. Siete pronti a unirvi alla Rivoluzione?

Tutti gli aggiornamenti del Lucca Comics and Games nella nostra sezione

Best Movie e Movie for Kids presentano a Lucca Comics due speciali gratuiti sul cinema e serie tv dei prossimi mesi: cliccate sulle cover per tutti i dettagli

  

© RIPRODUZIONE RISERVATA