«L’obiettivo è di iniziare le riprese a gennaio». Con questa dichiarazione, rilasciata a The Bolton News, Ian McKellenGandalf ha riportato la luce in fondo al tunnel della travagliata produzione de Lo Hobbit, il doppio prequel de Il signore degli anelli. La lavorazione delle pellicole è stata più volte ritardata a causa dei problemi finanziari della MGM (che avrebbe dovuto finanziare il progetto insieme a Warner Bros), che avrebbero costretto anche Guillermo del Toro ad abbandonare la poltrona di regista, a causa di altri impegni lavorativi.

Prima di questa ventata di speranza, l’ultima novità sugli attesi prequel risaliva allo scorso luglio, quando dal panel de Lo Hobbit del Comic-Con di San Diego era stato annunciato che i film non sarebbero stati in 3D.

Intanto, i film (che dovrebbero uscire rispettivamente a dicembre 2012 e dicembre 2013) sono ancora privi di un volto per il protagonista Bilbo Baggins e di un regista. Anche se tempo fa Peter Jackson si era reso disponibile per l’incarico, in mancanza di alternative.

Nel cast, oltre a McKellen, dovrebbero tornare anche altri volti noti della prima trilogia tolkieniana: Andy Serkis (alias Gollum) e Hugo Weaving (alias Elrond).

© RIPRODUZIONE RISERVATA