Peter Jackson e l’intera troupe di Lo Hobbit si sono appena presi una pausa dalle riprese del film, iniziate in primavera. E così, il regista neozelandese, abituato a coccolare i suoi fan con aggiornamenti continui e anteprime esclusive, ha trovato il tempo di pubblicare il secondo videoblog dal set, a quasi tre mesi dal primo. Questa volta, Jackson è accompagnato dal fido Andy Serkis, il Gollum in motion capture della trilogia de Il Signore degli Anelli e dei due film di Lo Hobbit, nonché insostituibile regista di seconda unità per tutte le riprese. Il video, che dura una decina di minuti, mostra prima i due che chiacchierano delle tempistiche (pare siano in perfetto orario con la schedule), poi qualche intervista ai membri del cast e della troupe che discutono di cosa faranno nel weekend di pausa (il migliore, ovviamente, è Ian McKellen/Gandalf, che volerà a Londra a preparare una commedia teatrale di Eduardo De Filippo). Nella seconda parte, invece, Jackson e parte della troupe sorvolano la Nuova Zelanda in cerca di location per girare il film: abbiamo così modo di vedere alcuni paesaggi davvero mozzafiato, nonché qualche chicca per i fan del libro (senza spoilerare la sorpresa, diremo solo: tredici barili). Altri momenti emozionanti: Andy Serkis “truccato” da Gollum che recita una scena, e anche (intorno a 4:30) un paio di secondi di footage nei quali si vede Bilbo.

Oltre al video, Jackson ha anche pubblicato, dopo la prima che vi abbiamo mostrato venerdì, la seconda foto dei nani del film. Si tratta questa volta di Oin e Gloin (il secondo dei quali, forse già lo sapete, è il padre del Gimli del Signore degli Anelli).

Jackson, al quale le riprese fanno evidentemente riprendere peso vista la forma “tondeggiante” che mostra, ha promesso un altro videoblog entro la fine dell’estate. Lo aspettiamo con ansia. Ricordiamo che Lo Hobbit: Un viaggio inaspettato uscirà a dicembre 2012 in tutto il mondo, mentre per il secondo capitolo Lo Hobbit: Andata e ritorno dovremo aspettare il 2013.

Il videoblog di Peter Jackson:

La foto di Oin e Gloin:

© RIPRODUZIONE RISERVATA