Josh Boone l’aveva detto: «Stephen King è rimasto molto soddisfatto del mio lavoro». E ora abbiamo la conferma che il regista di Colpa delle stelle non si stava solo facendo pubblicità. Il suo adattamento di L’ombra dello scorpione, uno dei romanzi più famosi e amati dell’autore americano, è davvero piaciuto al Re del brivido, come ha confessato lui stesso a MTV News: «Il lavoro di Josh è incredibile, e l’idea è quella di realizzare un film innovativo sotto molti punti di vista». Ed ecco un altro dettaglio: «Potrebbe essere diviso in due parti, ci scommetterei».

Scelta plausibile, considerando che si parla di un libro di 940 pagine. Ma in precedenza Boone aveva rivelato che il film sarebbe durato ben 3 ore, quindi la possibilità che condensi il tutto in un solo lungometraggio rimane. La cosa certa è che King (di cui il 30 settembre è uscito l’ultimo lavoro, Mr. Mercedes) non interferirà più di tanto nella produzione: «È la creatura di Josh, non voglio essere invadente».

Sotto, il video dell’intervista a King:

© RIPRODUZIONE RISERVATA