Ieri si è concluso il Lucca Comics & Games, che quest’anno ha portato alla ribalta una nuova sezione, l’area Movie Comics & Games, che noi di Best Movie abbiamo seguito giorno per giorno in veste di media partner principale.

L’evento, seguito da circa 155 mila persone, ha messo in evidenza gusti e passioni del pubblico, che ha seguito con entusiasmo gli eventi cinematografici dall’intervento dei gemelli Phelps (che hanno presentato il Blu-ray di Harry Potter e i Doni della Morte – Parte 2) alla proiezione di una clip inedita di Immortal all’anteprima alla preview di Non avere paura del buio. La kermesse ci ha dato spunti preziosi sui quali riflettere e che vi proponiamo di seguito:

Ecco un estratto del post sul Lucca Comics dal blog del nostro diretto editoriale Luca Maragno, intitolato “Lucca e il pubblico che il cinema italiano ignora”:

“Se foste andati a Lucca lo scorso week end non l’avreste riconosciuta. Piuttosto avreste pensato di trovarvi in un’altra dimensione, popolata da folli. Un fiume di ragazzi in costume si è mescolata ai palazzi e alle vie del centro storico creando un contrasto del tutto inedito: immaginatevi Dragonball tra le colonne di un edificio rinascimentale o Darth Vader che passeggia sulle mure del centro storico.
Succede ogni anno: è l’appuntamento che tanti appassionati di fumetti e videogiochi aspettano per partecipare al Lucca Comics& Games, ormai la terza fiera al mondo sui fumetti per numero di presenze dopo il salone di Tokyo e Angulemme, che ha superato perfino il Comic-Con di San Diego (e il dato non stupisca, perché Tex Willer vende in Italia più di quanto faccia Spiderman negli Usa). In cinque giorni, infatti, dal 28 ottobre al 1 novembre, si sono riversate nella città circa 155 mila persone. Se si pensa che i lucchesi sono solo 80 mila, che ci sono solo 25 taxi e che la manifestazione si svolge solo dentro la cinta muraria del centro storico attraversabile in circa 15 minuti a piedi, si intuisce subito il grado di caos che una massa di gente del genere può creare in una piccola cittadina. Avete presente il carnevale di Venezia quando mettono il senso unico pedonale alle vie a causa della ressa? Ecco, Lucca Comics è simile con Batman al posto di Arlecchino.
Non si può che rimanere affascinati dall’incredibile e unico format di questa manifestazione: la possibilità di passeggiare in una delle più belle città italiane per scoprire il padiglione della Marvel-Panini in Piazza San Michele di fronte alla imponente Chiesa o percorrere gli stretti viottoli medioevali per raggiungere il Japan Palace, ovvero il palazzo del real collegio appositamente trasformato nel padiglione dedicato ai manga, è qualcosa che solo in Italia potevamo concepire e ha un fascino senza pari. Per darvi un’idea di quanto la città sia intrinsecamente fusa alla manifestazione vi basti pensare che oltre alle tensostrutture dei padiglioni che occupano le principali piazze, vengono utilizzati anche la Camera di Commercio per incontri e presentazioni, Villa Bottini per mostre espositive e perfino i sotterranei per sessioni di giochi di ruolo live. […]”. Continua a leggere

Visita la sezione Lucca Comics & Games e leggi tutte le news

© RIPRODUZIONE RISERVATA