Mark Ruffalo non ha dimenticato l’MCU: l’interprete di Hulk nei film dedicati agli Avengers ha pubblicato un tweet che cita uno dei supercattivi per eccellenza del franchise, Thanos. E l’ha fatto per prendersi gioco di Donald Trump che ieri ha ufficialmente lasciato la Casa Bianca, dove si è insediato il nuovo Presidente degli Stati Uniti Joe Biden.

Mark Ruffalo non ha mai nascosto la sua posizione critica nei confronti della politica di Donald Trump, e aveva recentemente condannato anche l’assalto a Capitol Hill ad opera dei suoi sostenitori. L’uscita di scena dell’ex presidente si è presentata come l’occasione giusta per un ultimo tweet ironico sul suo operato: «Breaking News: Il Presidente Trump ha ringraziato anche Thanos», ha scritto l’attore sul suo account Twitter.

Thanos è apparso per la prima volta nella scena post-crediti di The Avengers ed è poi venuto alla ribalta in Avengers: Infinity War, alla ricerca delle pietre dell’Infinito che gli avrebbero dato il potere di far scomparire metà della popolazione del pianeta.

Naturalmente, fra gli Avengers che lo combattevano c’era anche Bruce Banner: come Thanos, anche l’Hulk di Mark Ruffalo è apparso per la prima volta nell’MCU in The Avengers, ha proseguito a fianco dei vendicatori in Infinity War ed è tornato nei panni di Smart Hulk in Avengers: Endgame. E di quelle battaglie, evidentemente, Ruffalo non si è mai dimenticato.

Foto: Scott Olson/Getty Images e Moviestills

© RIPRODUZIONE RISERVATA