Con la popolarità raggiunta dai relativi franchise cinematografici, lo scontro tra Marvel e DC negli ultimi anni si è fatto sempre più agguerrito, andando a coinvolgere non solo le major in lotta per il monopolio delle sale e delle case degli spettatori, ma anche fan e appassionati che di giorno in giorno si scontrano sul web per stabilire quali eroi meritino di salire sul podio.

Chiaramente, sia Marvel che DC possono contare sui loro punti forti e al contempo ne possiedono di deboli; ma soprattutto, ogni Universo può prevalere sull’altro in base ai vari aspetti che si intende valutare. Insomma, tutto è sempre molto relativo quando si parla di supereroi. Tutto, tranne la scienza.

Tra le varie sfide che impazzano sul web infatti, c’è anche quella che mette a confronto l’accuratezza scientifica di entrambi i franchise, cercando di stabilire quale tra i due sia più realistico sotto tale punto di vista.

E nelle ultime ore, la domanda è stata posta direttamente all’astrofisico Neil deGrasse Tyson, che ha finalmente sciolto uno dei quesiti più interessanti tra quelli legati alle varie diatribe tra cinecomic: è scientificamente più accurata la Marvel o la DC?

La sua risposta è stata piuttosto schietta:

«Oh, è ovvio. La Marvel vince a mani basse su DC Comics. Ad esclusione di Thor e forse di uno o altri due eroi di cui non mi ricordo, quasi tutti i personaggi che possiedono poteri alla Marvel Comics, li hanno ottenuti da qualcosa di scientifico che gli è successo. Spider-Man è stato morso in un laboratorio di biologia da un ragno radioattivo. Poi c’è Hulk, che… erano i raggi gamma. Tutti hanno una storia basata sulla scienza dietro ai loro superpoteri, e questo crea un terreno fertile dal punto di vista scientifico. Inoltre, Banner era un medico, per l’amor del cielo. Quindi, questo ha valore.»

Fonte: CB

© RIPRODUZIONE RISERVATA