Sono due le sponde che da sempre caratterizzano il mondo dei supereroi: Marvel da una parte e DC Comics dall’altra. Concorrenti fin dalla loro nascita, hanno sfornato una serie di personaggi che ha fatto la storia dei comics e del genere supereroico, dividendo il pubblico. Meglio Spider-Man o Batman? Iron-Man o Superman? Quella che per anni è stata una concorrenza a colpi di vignette, presto si è trasferita su contesti diversi, primo fra tutti il cinema. La Marvel ha sviluppato un progetto preciso, gigantesco per intensioni e proporzioni, la cui prima fase si è chiusa con il crossover The Avengers – il primo tra i cinecomic – che ha ottenuto un successo strepitoso al botteghino. Con l’uscita di Iron Man 3 (leggi la nostra recensione) è iniziata la Fase Due, che promette nuovi e spettacolari sviluppi.

Di contro, il suo vero e proprio universo cinematografico la DC lo sta creando adesso, grazie alla collaborazione della Warner Bros. L’Uomo d’Acciaio farà da apripista ai futuri cinecomic, come confermato dal presidente WB Jeff Robinov e sarà determinante per il progetto legato alla Justice League, il film che dovrebbe sfidare la super-squadra della Marvel e potrebbe essere diretto da Zack Snyder.
Qualche giorno fa, proprio il regista del reboot su Superman ha elevato il kryptoniano a re dei supereroi, creando l’ennesimo dibattito. Ora il presidente dei Marvel Studios Kevin Feige, intervistato da ComicBookMovie ha provato a spegnere la rivalità: «L’Uomo d’Acciaio sembra incredibile. Il trailer è fantastico (guardalo qui) e non vedo l’ora di vedere il film. Come ho sempre detto, più siamo meglio è. Non fa mai piacere quando un cinecomic non viene accolto bene. Sarebbe un vantaggio per tutti se fosse un buon film, cosa che sembra essere. Quindi calmiamoci».

Scritto da David S. Goyer e Christopher Nolan (quest’ultimo anche in veste di produttore), L’Uomo d’Acciaio uscirà nelle sale italiane il prossimo 20 giugno.

 

Fonte: CBM

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA