mcu avengers

Il Marvel Cinematic Universe, dai suoi inizi, ha mostrato le gesta e l’evoluzione di decine di supereroi, idoli cinematografici di intere generazioni. Tuttavia, anche loro si sono dovuti sporcare le mani nel corso di numerose battaglie per la sopravvivenza o il destino del mondo e dell’universo. La morte, seppur quasi mai mostrata in maniera cruenta e sanguinosa, fa parte dell’MCU sin dai suoi inizi: qual è quindi l’Avenger che ha ucciso di più in tutto questo tempo?

Il pubblico della Marvel è composto da milioni e milioni di giovani e giovanissimi, ai quali non si può proporre scene estremamente violente o raccapriccianti. L’MCU, per dirla in breve, non è The Boys e al suo target specifico mostra spesso una violenza edulcorata: i grandi spargimenti di sangue che si sono visti nei film, per esempio, erano quasi sempre di creature fantastiche, aliene, raramente di persone in carne ed ossa. Alcune scene però non lasciano dubbi: quel tale nemico, umano o alieno che sia, è veramente morto. Sparato, pugnalato, esploso, scaraventato nel vuoto, in un modo o nell’altro il risultato è stato chiaro.

Ma chi tra Iron Man, Thor, Hulk, Captain America, Vedova Nera e compagnia ha totalizzato il maggior numero di uccisioni? In rete si trovano numerosi calcoli approssimativi sulle morti viste su schermo nell’MCU. In fondo alla classifica, generalmente, si trovano personaggi secondari come Mantis, o protagonisti come Ant-Man e Spider-Man. Nel primo caso l’unica vittima accertata è Yellowjacket, mentre il secondo nei film a lui dedicati non è responsabile di nessuna morte e solo in Avengers: Endgame, con la Instant Kill mode attivata, lo vediamo attivamente uccidere degli alieni di Thanos. Tra i pù sanguinosi è a sorpresa Captain America, che ha sì uno scudo come arma, ma nel corso dei film si sarebbe comunque macchiato di oltre 150 morti, più di Natasha Romanoff (ma aspettiamo di vedere Black Widow) e Clint Barton (sia come Hawkeye che come Ronin) messi insieme.

Vicino al centinaio anche Hulk, che off screen potrebbe contare però sul suo periodo a Sakaar come campione dell’Arena del Gran Maestro. Tra gli Avengers hanno totalizzato più uccisioni persino James Rhodes aka War Machine e Wanda Maximoff, sulla quale pesano le vittime in Lagos durante Captain America: Civil War. Chi c’è quindi in testa a questa particolare classifica?

Secondo alcuni calcoli che si trovano in rete, l’eroe con più uccisioni è Tony Stark aka Iron Man. È lui a segnare l’inizio dell’MCU nel 2008 e lo ha fatto uccidendo i terroristi dei Dieci Anelli per fuggire dalla grotta in cui era tenuto prigioniero. Al suo score vanno aggiunte poi le uccisioni in Iron Man 3 (più che nel 2, dove il conteggio è molto basso e fatto per lo più dei droni di Ivan Vanko) e soprattutto in The Avengers e Avengers: Endgame.

Dai numeri reperiti, il suo “punteggio” supera le 350 vittime, ma è veramente impossibile da quantificare: nel primo film corale dell’MCU è lui a far esplodere una bomba atomica contro l’esercito dei Chitauri, sterminandolo. Inoltre, al suo conto andrebbero aggiunti i migliaia e migliaia di alieni dell’esercito di Thanos, fatti sparire dopo lo schiocco con le Gemme dell’Infinito. Impossibile da quantificare, quindi, eppure si tratta anche in questo caso di “uccisioni su schermo”.

Se si considera sotto questo aspetto, Tony Stark ha ucciso più di Thor, secondo in questa classifica. Il Dio del Tuono, in Avengers: Infinity War, dichiara di avere 1500 anni e di aver ucciso almeno il doppio, ma oltre a essere per la maggior parte morti off-screen, non basterebbero probabilmente a raggiungere la combo Chitauri-Esercito di Thanos realizzata da Iron Man. L’unico altro eroe Marvel a poter competere con loro è Carol Denvers, che tra carriera nelle forze Kree e come Captain Marvel ha sommato morti in giro per tutta la galassia. Se valessero anche le uccisioni non viste nei film, però, Stark avrebbe comunque un considerevole vantaggio, visto il suo passato nell’industria bellica: per informazioni, chiedere a Wanda e Pietro Maximoff.

Foto: Marvel Studios

© RIPRODUZIONE RISERVATA