Mentre prosegue la catena di accuse nei confronti di sempre più attori, registi e produttori, si torna a parlare di una delle star coinvolte nello scandalo Weinsteintra le prime ad aver raccontato di essere stata molestata dal noto produttore statunitense: l’attrice italiana Asia Argento.

Questa volta però per via delle dichiarazioni rilasciate da suo padre, il celebre regista Dario Argento, che ospitato da Cristina Parodi nella trasmissione di Rai 1 Domenica in, ha rotto il silenzio sulle pesanti accuse mosse dalla figlia, dichiarandosi “molto orgoglioso” di lei e disposto a rivelare ulteriori dettagli. Il Maestro del brivido ha infatti spiegato che anche l’industria cinematografica italiana è popolata da individui che hanno avuto nel corso degli anni gli stessi comportamenti di Weinstein, e se Asia dovesse essere d’accordo, sarebbe pronto a fare i nomi:

«Non possiamo immaginare che i maiali esistano solo negli Stati Uniti e noi siamo tutti santarellini: chiaramente anche in Italia ci sono persone che si sono comportate in modo sconveniente, schifoso, più d’uno: lo dico perché lo so, faccio il cinema, ho fatto anche il produttore. Dico che è giusto fare i nomi. Alcuni sono registi noti: io ancora non me la sento, se Asia mi dovesse dire ‘diciamolo’, anch’io dirò quello che ho saputo, da altre attrici che sono venute a fare il provino con me e molte volte mi hanno raccontato episodi di questo genere.»

Fonte: Ansa

© RIPRODUZIONE RISERVATA