L’incontro col pubblico sabato a Taormina, prima della consegna dei Nastri d’Argento, ha visto come protagonista assoluto Nanni Moretti. Il regista di Habemus Papam – il film si è aggiudicato sei premi ­– ha parlato di politica, di cinema, del Festival di Cannes. E anche di multiplex e 3D. A proposito dei primi, ha dichiarato: «Per molto tempo ho ritenuto che non ci fosse niente di male, che si giudicasse il fenomeno con una certa prevenzione; anche a me piacciono i pop corn-movies. Poi, guardando i film programmati, che sono quasi tutti dello stesso genere, mi sono convinto che, invece, degli elementi negativi ci sono. I multiplex hanno provocato la chiusura di tante sale cittadine e questo è molto brutto».

Per quanto riguarda il 3D ha aggiunto: «Personalmente non ne sento il bisogno, né come attore né come regista; però due anni fa avrei avuto una posizione più rigorosa sull’argomento, adesso sono un po’ più cursioso».

Scopri tutti i vincitori dei Nastri d’Argento 2011

© RIPRODUZIONE RISERVATA