Uomo eclettico e volubile Quentin Tarantino. Che cambia spesso idea e adora aggiornare il suo pubblico riguardo ai futuri progetti. Il regista avrebbe dichiarato a The Indipendent che non avrebbe intenzione di tornare sulla saga di Kill Bill e tanto meno di realizzare il tanto atteso terzo capitolo – ambientato dieci anni dopo –, con la figlia di Vernita Green pronta a vendicarsi di Beatrix Kiddo, alias Uma Thurman.

La notizia lascia a bocca asciutta i fan più accaniti, ma Tarantino è uomo dalle mille risorse e un pozzo incontenibile di creatività. Pare voglia girare un altro western, uno dei generi che gli è più caro, che non sarà un sequel di Django Unchained e «maybe», «forse», un horror. Roba da far cadere a terra anche quelli con i nervi più saldi. Se il re dello splatter e della violenza grafica è capace di costellare ogni suo film di fontane di sangue e scie di teste mozzate, che cosa potrà fare, una volte messe le mani nel genere a cui la sua cifra stilistica è ancor più appropriata?

Le buone notizie non finiscono qui. Tarantino aveva anche annunciato che al decimo film si sarebbe fermato e invece ha fatto retromarcia anche su questo punto, affermando che ha talmente tante idee in testa e una tale voglia di esplorare sempre nuovi generi che non concluderà la carriera al numero 10, nonostante sarebbe stato un gran finale.

Fonte: The Playlist

Leggi anche: Quentin Tarantino: “Kill Bill 3? Per ora non se ne fa nulla»

© RIPRODUZIONE RISERVATA