Sarà perché parla di agenti segreti e cospirazioni governative, fatto sta che la saga di Bourne si porta dietro una quantità di speculazioni, rumor e mezze verità da riempire un giornale di gossip. Per esempio: nel prossimo capitolo, il quinto del franchise, tornerà Jeremy Renner o si opterà per un ritorno al passato coinvolgendo ancora Matt Damon? E chi dirigerà il film, considerando che Damon ha sempre affermato di voler lavorare alla saga solo ed esclusivamente al fianco di Paul Greengrass, regista del secondo e terzo episodio?
Ebbene, almeno una di queste domande ha una risposta: il regista del quinto Bourne non sarà Paul Greengrass, che intervistato sull’argomento ha così risposto: «Non ne ho idea [del perché il suo nome sia associato di nuovo al franchise, ndr]. Forse un paio di volte abbiamo fatto due chiacchiere a riguardo con Matt Damon, ma giusto per farci due risate, non ne abbiamo mai parlato seriamente. Anche perché mi è piaciuto molto girare i Bourne, ma a un certo punto, come per tutto il resto nella vita, arriva il momento di fare qualcosa di diverso».
© RIPRODUZIONE RISERVATA