Peter Jackson Frodo Il ritorno del re

Aspettando la nuova serie tv de Il signore degli anelli, sono arrivate nei mesi scorsi gustose curiosità sulla saga cinematografica diretta da Peter Jackson e che riguardano il finale della trilogia, Il ritorno del re.

Nelle scene finali del film si vedono Frodo, Sam e Gollum arrivare finalmente sul Monte Fato. Frodo indossa l’anello e Gollum per rubarglielo gli morde il dito. Alla fine di un’ultima lotta corpo a corpo i due cadono dal precipizio, ma mentre Gollum finisce nella lava insieme all’anello Frodo si aggrappa a una sporgenza e Sam lo aiuta a mettersi in salvo. Sconfitto Sauron Frodo e Sam vengono raccolti da alcune aquile giganti che li portano lontani da Mordor.

Qui sotto il video della scena finale de Il ritorno del re:

 

In una recente biografia, intitolata Peter Jackson: A Film-maker’s Journey, il regista ha però svelato di avere in mente un finale molto più brutale per Il Signore degli anelli – Il ritorno del re. Ovvero Frodo, talmente soggiogato dall’anello da non avere più volontà propria, avrebbe dovuto uccidere Gollum a sangue freddo pur di riaverlo. Questa inedita versione del finale del film era stata anche effettivamente girata, ma poi scartata in fase di montaggio.

A tal proposito Jackson ha rivelato: «Quando abbiamo girato la scena, Gollum mordeva il dito di Frodo e Frodo spingeva Gollum dalla sporgenza nella lava sottostante. Si trattava di un omicidio vero e proprio ma eravamo tutti d’accordo, all’epoca sentivamo che volevamo che Frodo uccidesse Gollum. Però questa scelta non faceva parte della visione di Tolkien, lui voleva che i suoi personaggi fossero degli eroi».

Per questo alla fine hanno optato per girare la sequenza in due modi diversi. Una è stata realizzata esattamente come nel romanzo di J.R.R. Tolkien, con Gollum che balla dopo aver morso il dito di Frodo e cade accidentalmente nella lava. Ma nel “contesto drammatico” di un film, quella scena «sembrava una grande delusione».

In un’intervista, Jackson ha spiegato perché non hanno seguito alla lettere le parole del libro: «Abbiamo pensato che il pubblico – molte persone non hanno mai letto il libro, ovviamente – si sarebbe sentito molto deluso e avrebbe giudicato male Frodo semplicemente per essersi seduto lì a guardare mentre l’anello veniva accidentalmente distrutto. Non volevamo che Frodo ne uscisse male da quella scena».

Ecco perché nella scena finale Jackson ha chiesto a Elijah Wood di far sembrare Frodo “ambiguo”, per non far capire davvero i suoi pensieri e non rivelare apertamente cosa avrebbe fatto Frodo se avesse ottenuto l’anello. Alla fine Frodo e Gollum cadono dalla sporgenza dopo una lotta. Sauron è sconfitto e tutti sono contenti. Ma è davvero così?

Il film, lo ricordiamo, ha ottenuto un notevole successo di critica, pubblico e incassi, e si è aggiudicato numerosi premi cinematografici, tra cui 11 premi Oscar, diventando il film più premiato di sempre insieme a Ben-Hur e Titanic e il primo film di genere fantasy ad aver vinto l’Oscar al miglior film. Inoltre, con questo capitolo, la saga risulta la più vittoriosa della storia con 17 statuette.

Nel cast trovavamo Elijah Wood (Frodo Baggins), Ian McKellen (Gandalf), Liv Tyler (Arwen) Viggo Mortensen (Aragorn), Sean Astin (Samvise Gamgee), Cate Blanchett (Galadriel), John Rhys-Davies (Gimli), Bernard Hill (Théoden), Billy Boyd (Peregrino Tuc), Dominic Monaghan (Meriadoc Brandibuck), Orlando Bloom (Legolas), Hugo Weaving (Elrond), Miranda Otto (Éowyn), David Wenham (Faramir), Karl Urban (Éomer), John Noble (Denethor), Andy Serkis (Gollum), Ian Holm (Bilbo Baggins), Sean Bean (Boromir).

Fonte: Digital Spy

Foto: New Line Cinema

Leggi anche: È meglio Il Signore degli anelli o Il trono di spade? George R.R. Martin risponde

© RIPRODUZIONE RISERVATA