Resident Evil: Afterlife, il quarto film in 3D della serie ispirata alla più famosa saga di videogiochi horror, sembra aver convinto Sony Pictures a finanziare la creazione di una quinta pellicola. La notizia giunge proprio dalla protagonista del film e consorte del regista Paul Anderson, Milla Jovovich, la quale ha affermato in un’intervista a Vulture: «Questo nuovo Resident Evil è il primo a essere leader di incassi in tutto il mondo. E’ il film di maggior successo della serie. Siamo assolutamente intenzionati a farne un altro. Abbiamo parlato con molti fan su Twitter e cose del genere, e probabilmente si tratterà del primo film creato con l’aiuto dei fan stessi: chiederemo loro cosa vogliono dal sequel e quali personaggi desiderano vedere. Sarà un processo più interattivo». La pellicola ha riscosso negli Stati Uniti circa 28 milioni di dollari nel primo weekend, superando gli incassi dei capitoli precedenti nel weekend di apertura.

La serie cinematografica non ha mai ricevuto pieno supporto dai fan dei videogiochi in quanto ha spesso preso molte libertà circa la storia e i personaggi originali. Nel 2008 Sony Pictures, insieme a Capcom, i creatori del gioco stesso, ha prodotto Resident Evil: Degeneration, un film in computer graphics più fedele ai videogiochi e pensato proprio per appagare questa parte più hardcore dell’audience, ma senza poi riscuotere il successo desiderato. Che i consigli dei fan siano quello che serve ad aiutare Sony a produrre una pellicola di successo commerciale, ma comunque vicina ai desideri degli appassionati dei giochi?
Vi terremo aggiornati.

Leggi il nostro speciale Resident Evil: Una storia da paura

Sotto, il trailer italiano del film:

Resident Evil: Afterlife, diretto da Paul W.S. Anderson è uscito in 3D il 10 Settembre, interpretato da Milla Jovovich, Wentworth Miller, Ali Larter, Kim Coates e Shawn Roberts.

© RIPRODUZIONE RISERVATA