Roman Polanski ha rischiato di essere arrestato e successivamente espatriato negli Stati Uniti durante la sua partecipazione al Gdynia Film Festival in Polonia. Il regista è arrivato nella sua patria natale giovedì notte per presenziare una lezione agli studenti di cinema prevista per questo pomeriggio, a cui sarebbe poi dovuta seguire la proiezione del suo ultimo film Venere in pelliccia, presentato anche al Festival di Venezia. L’ultima volta che Polanski aveva visitato la Polonia risale a due anni fa in occasione del funerale di un suo caro amico.
Il regista ha abbandonato gli Stati Uniti nel 1977 prima di essere giudicato colpevole di aver stuprato una ragazzina di soli 13 anni, Samantha Geimer, che ha recentemente raccontato il terribile episodio nella sua autobiografica The Girl.

Fonte: THR
Foto: Kikapress 

© RIPRODUZIONE RISERVATA