Se sei stato scritturato per recitare in Batman v Superman: Dawn of Justice, qualsiasi sia il tuo ruolo nella pellicola e qualsiasi altro film tu stia promuovendo, in ogni tua apparizione pubblica non potrai sfuggire ad almeno una domanda sul prossimo lavoro di Zack Snyder. Soprattutto ora che le riprese sono terminate e iniziano a circolare i primi spoiler. Per esempio, il premio Oscar Jeremy Irons, che qualche giorno fa era a Marrakech per ritirare un premio, è stato interrogato sul “suo” Alfred.

Il maggiordomo e braccio destro di Batman, da lui interpretato, «sarà una piccola parte a causa dei tanti personaggi presenti nella pellicola», ha commentato l’attore, «ma si tratterà di un Alfred del tutto diverso da quelli che abbiamo visto fino ad ora: più partecipativo e meno “valletto”».

Irons, che durante la sua carriera si è fatto conoscere più per lavori teatrali e piccole parti in film d’essai che non sul set di blockbuster, ha dichiarato inoltre che lavorare con Snyder «non è stato poi così diverso da girare Die Hard», il film del 1995 in cui recitava come nemesi di Bruce Willis, e nemmeno da Dungeons and Dragons, soprattutto considerato «quanto sono stato pagato».

Fonte: THR

© RIPRODUZIONE RISERVATA