In una recente intervista con il The Guardian, il regista Peter Jackson aveva affermato che dopo l’abbandono di Guillermo Del Toro le riprese della trilogia hanno avuto inizio quando lui non era ancora pronto a girare.

Ora però Jackson smentisce, sostenendo di esser stato frainteso in merito allo stato di confusione che ha regnato durante la realizzazione della trilogia de Lo Hobbit, sostenendo che delle sue dichiarazioni è stato fatto un montaggio ad hoc estrapolando solo le parti più forti e nascondendo così un discorso molto più complesso legato alle innegabili difficoltà avute durante la produzione del film.

Questa volta è un portavoce di Jackson a parlare, affermando: «Qualcuno ha deciso di creare questo montaggio, fatto solo con le parti di Gathering Clouds che parlano delle difficoltà affrontate e non della maniera positiva con cui sono state avvicinate e superate, argomento che abbiamo affrontato anche in altre featurette – continua il portavoce difendendo il lavoro del regista – Peter non ha mai nascosto di aver assunto la regia di Lo Hobbit quando il tempo a disposizione per preparare il lavoro prima dell’inizio delle riprese era ormai ristrettissimo. Una sfida intrapresa volontariamente. Le sue parole riflettevano onestamente i sentimenti provati durante la produzione dei film».

Voi cosa ne pensate?

Leggi anche Ci rinuncio! I film abbandonati dai propri registi. La gallery

Fonte: Stuff.co.nz

© RIPRODUZIONE RISERVATA