Intervistata da Harper’s Baazar in occasione del lancio del suo nuovo film da protagonista, Cake, sulla relazione tra un vedovo e una donna che inizia ad avere visioni della ex-moglie, Jennifer Aniston coglie l’occasione per parlare della sua carriera e della sua vita privata. L’ex signora Pitt ha infatti un compagno di vita inseparabile, lo sceneggiatore Justin Theroux«Justin non è solo un grande attore, ma scrive le migliori commedie del momento. Inoltre, dipinge murali e penso che sia così attraente essere bravo in molte cose senza che il tuo ego ne sia influenzato. È una delle persone più umili e oneste che io conosca. Non è uno di quelli che, come alcuni nostri amici che hanno raggiunto la celebrità, improvvisamente smettono di salutarti».

Un entusiasmo così genuino lascia pensare che ogni risentimento verso il passato sia ormai finito. E infatti, senza che ce lo si aspetti, è Jennifer Aniston stessa a condurre il discorso in una direzione inedita, con una dichiarazione che non aveva mai fatto«Quando sono stata scelta per Cake, Daniel Barnz, il regista, ha detto che per questo ruolo ci voleva una persona che fosse in grado di perdonare» esordisce «e io credo proprio di essere una persona che perdona. Credo sia estremamente importante saperlo fare. Altrimenti, ci si intossica e basta. Non c’è niente di peggio che rimuginare e portare risentimento». Un’espressione forte, che, anche se non indirizzata direttamente a un interlocutore, lascia spazio a poche interpretazioni. «Le persone fanno cose imperdonabili, ma devi lasciarle andare. Siamo tutti umani, tutti commettiamo errori». 

Sembra evidente che una considerazione così intima e personale abbia un risvolto autobiografico: era il 2005 e Jennifer Aniston, che da cinque anni era diventata la signora Pitt, divorziò dal marito, innamorato di Angelia Jolie dopo l’incontro sul set di Mr. & Mrs. Smith. Anni punteggiati da tante mancate risposte sembrano oggi essersi conclusi con un lieto fine per entrambe le coppie: i Brangelina finalmente sposati, con un matrimonio top secret, e Jennifer felicemente soddisfatta dalla carriera e dalla vita privata, che la tiene ben occupata a progettare e ristrutturare gli appartamenti che divide con il compagno.

Quanti hanno per anni riempito quei silenzi con maldicenze e “maleficienze” (qui sotto l’ultima firmata dai tipi di Screen Junkies!, che si sono appropriati del trailer di Maleficent demistificandolo, con tanto di insinuazione -per fortuna ironica- sull’inimicizia tra Jennifer Aniston e l’attuale signora Pitt) possono adesso finalmente tacere.

Tutto è bene quel che finisce bene? Sì, a patto che la ciliegina sulla torta sia, appunto, il perdono.

Fonte: Harper’s Bazaar

© RIPRODUZIONE RISERVATA