La clamorosa notizia di ieri ha fatto tremare i fan di Peter Parker: dopo le fallimentari trattative tra Sony e Disney – volte a raggiungere un accordo sulla divisione dei guadagni provenienti dai film di Spider-Man – le due major non avrebbero infatti rinnovato la propria collaborazione. Portando così l’Uomo Ragno ad essere tagliato fuori dall’Universo Cinematografico Marvel. Potete leggere tutti i dettagli a questo link.

Dopo il primo allarme e la confusione iniziale, tuttavia, sembrava esserci ancora un po’ di speranza per i fan, specialmente perchè testate autorevoli come Variety ed EW avevano lasciato intendere che le due case di produzione fossero ancora nel pieno della negoziazione. E anzi, un portavoce Sony aveva persino confermato la cosa, precisando che in verità la disputa riguardava “solo” questioni relative ai crediti produttivi. Insomma, i giochi sembravano tutt’altro che chiusi. Fino a questa mattina.

Nelle ultime ore infatti, Variety ha condiviso un comunicato ufficiale della Sony che va a confermare in via definitiva il divorzio con i Marvel Studios:

«Siamo delusi, ma rispettiamo la decisione della Disney di non rendere Kevin Feige il produttore principale del nostro prossimo film live action di Spider-Man. Speriamo che questo possa cambiare in futuro, ma comprendiamo che le numerose nuove responsabilità che la Disney gli ha dato – comprese le proprietà Marvel appena aggiunte – non gli permettono di lavorare su qualcosa che non possiedono. Kevin è eccezionale e siamo grati per il suo aiuto, per la sua guida e apprezziamo la strada che ci ha aiutato a percorrere, e che noi continueremo.»

Cosa ne pensate?

© RIPRODUZIONE RISERVATA