Il mid season finale della seconda stagione di Agents of SHIELD ha chiarito quello che molti avevano già prospettato: un legame tra la serie tv della Marvel e il prossimo episodio degli Avengers: Age of Ultron (di cui qualche giorno fa è stato pubblicato un dietro le quinte). Lo confermano ufficialmente anche i produttori Jed Whedon e Maurissa Tancharoen, mentre chiariscono l’identità di alcuni personaggi.

«Il legame con il sequel degli Avengers è quasi un obbligo. Ci troviamo ad operare sotto la tenda di un grande franchise e, ovviamente, facendone parte, dobbiamo tenerne conto», spiegano. «Age of Ultron sarà quindi legata anche a noi, ma non crediamo avrà un impatto come Captain America: The Winter Soldier. Certamente però ci saranno connessioni».

Avevamo già parlato, inoltre, della possibilità che Agents of SHIELD avesse il “potenziale per essere qualcosa di più” e avevamo avanzato l’ipotesi che alcuni personaggi fossero in realtà Inumani, supereroi portati in quest’occasione per la prima volta sullo schermo, in vista del loro debutto nel film a loro dedicato in programma per il 2018.

Ecco cosa hanno risposto i produttori: «Tutto nella Marvel fa parte di un processo. Ci sono molte persone coinvolte nel miscuglio, molti film annunciati e molte sceneggiature di cui tener conto. Ogni volta che abbiamo a che fare con il Marvel Cinematic Universe, dobbiamo chiarirci le idee e inserirci come tasselli all’interno di questo processo. Per portare sullo schermo gli Inumani abbiamo dovuto quindi tenere conto di tutte le esperienze pregresse e di quelle a venire, ma per fortuna, avendo già stabilito dall’inizio che questi supereroi avrebbero trovato posto nella serie, il nostro territorio era già marcato».

Un inquadramento di questo tipo, quasi marziale, è in effetti quanto mai necessario alla luce degli innumerevoli personaggi coinvolti e delle loro implicazioni. Ad esempio, abbiamo scoperto che alla fine della stagione verrà rivelato che Skye di Agents of SHIELD è in realtà l’eroina della Marvel Daisy Johnson, aka Quake, figlia di Calvin Zabo, cioè il supercattivo Mister Hyde. Questo dettaglio segna l’ingresso in una zona inesplorata della Marvel, «un territorio ricco di personaggi e luoghi da scoprire» e con il quale i produttori sono ansiosi di confrontarsi.

Tra i dettagli che i produttori si sono inoltre lasciati sfuggire c’è quello riguardante l’uomo senza occhi apparso alla fine dell’ultimo episodio: di chi si tratta? Comic Book Movie avanza l’ipotesi che sia Reader, un personaggio che ha da poco fatto la sua apparizione in uno degli ultimi fumetti sugli Inumani; se questa tesi fosse confermata, si tratterebbe dunque dell’ennesimo indizio che si aggiunge al tentativo di dare una visione d’insieme al grande mosaico della Marvel.

Fonte: CBM

© RIPRODUZIONE RISERVATA