Niente da fare… L’idea di girare Star Wars 7 sembra spaventare tutti i registi in circolazione. Dopo aver assoldato il premio Oscar (per Little Miss Sunshine) Michael Arndt per scrivere la sceneggiatura (sono già pronte 40-50 pagine di script), quasi tutti i registi in lizza per prendere il timone del primo episodio di questa nuova trilogia di Guerre Stellari, ormai sotto il controllo di Disney, hanno fatto un passo indietro. A uscire così dalla shortlist sono Steven Spielberg e J.J. Abrams, mentre a dichiararsi non interessati sono stati anche Quentin Tarantino (un nome a dir poco improbabile) e Jon Favreau (Iron Man). Del resto, la possibilità di fare un passo falso è alle porte quando si toccano franchise considerati sacri da schiere di fan… e queste sono macchie che non si cancellano facilmente dal curriculum!

«Star Wars è uno dei miei film preferiti», spiega J.J. Abrams, «Chiunque finirà per dirigere un nuovo film si troverà sulle spalle il peso di una delle saghe più iconiche e celebri del grande schermo. Quando ero piccolo non sono mai stato un grande fan di Star Trek. Per questo, non avendo mai avuto una sorta di adorazione per l’universo di Star Trek non è stato difficile mettermi al lavoro sul reboot. Chiaramente non vedo l’ora di vedere un nuovo episodio di Star Wars, ma andrò a vederlo al cinema in veste di spettatore». Decisamente più categorica la risposta di Spielberg: «No, no! Non è il mio genere. È assolutamente il genere del mio grande amico George Lucas». Per il momento, tra i pochi registi rimasti in lizza ci sono Matthew Vaughn (Kick-Ass) e Brad Bird (Gli incredibili; Mission Impossible – Protocollo fantasma), ma non è da escludere che a breve si aggiungeranno nuovi nomi. A questo punto non resta che attendere la prossima indiscrezione, o, meglio ancora, qualche comunicazione ufficiale direttamente da Disney.

L’uscita del settimo episodio di Star Wars è prevista per il 2015.

(Fonte: Collider; The Playlist)

© RIPRODUZIONE RISERVATA