«Un quarantenne con un passato da militare, un po’ come Matt Damon in Elysium»: in assenza, o quantomeno carenza, di dichiarazioni ufficiali da parte delle persone coinvolte, dobbiamo accontentarci dei casting call per avere informazioni più precise sui nuovi personaggi di Star Wars Episodio VII, il nuovo capitolo della saga di George Lucas che sarà diretto da J.J. Abrams. La rivelazione arriva da The Hollywood Reporter, che cita generiche “fonti interne alla produzione”, le stesse che avevano anticipato il ritorno (poi confermato ufficialmente) di R2-D2 nel film.

Ma le novità sul progetto non finiscono qui: in un’intervista rilasciata a MTV, che trovate qui sotto, a prendere la parola è Abrams in persona. Il suo primo commento riguarda una delle ultime notizie ufficiali relative a Star Wars, ovvero lo slittamento della data d’uscita del film al 18 dicembre 2015; il buon J.J. si dice «sollevato, la situazione è infinitamente migliore ora rispetto a quando avremmo dovuto consegnare tutto a maggio 2015. Mi sento creativamente più libero. È bello avere una data d’uscita, ma è anche bello sapere di poter portare al cinema un grande film». Un risultato che lo stesso Abrams ha, per qualche istante, dubitato di poter raggiungere, soprattutto dopo aver scoperto di non poter più girare nella “solita” Los Angeles ma a Londra: «Ho sempre voluto lavorare a Londra, vero, ma ho anche sempre basato i miei progetti a Los Angeles. Però sì, ho sempre sognato di lavorare a Londra – almeno lo sognavo prima di sposarmi e metter su famiglia». Esistono i voli low cost, caro J.J.: vedi di non farti distrarre, perché hai per le mani un progetto troppo grosso per fallirlo…

Fonte: Collider
© RIPRODUZIONE RISERVATA