Che Jared Leto sia stato una presenza forte e al tempo stesso inquietante sul set di Suicide Squad è ormai una storia che tutti conosciamo, tra macabri regali ai propri colleghi e una particolare propensione a isolarsi dal resto del gruppo.

Adesso però, a rivelarci altre curiosità è il produttore Charles Roven, a iniziare dal nomignolo con cui l’attore amava farsi chiamare. Pensate un po’, Leto non arrivava sul luogo di riprese a meno che gli assistenti non lo invocassero come Mr J., e probabilmente con quella lettera non intendeva affatto Jared, bensì proprio Joker.

Spiega inoltre il produttore sulla sua scelta di rifiutare la compagnia altrui: «In diversi modi, ha isolato se stesso dal gruppo, ma quello faceva veramente parte del suo personaggio, tranne quando stava con Harley o cercava di avere Harley. Era molto divertente, era benzina per un sacco di buon sport e risate. Il suo isolamento ha unito la squadra, e noi volevamo che la squadra fosse unita».

Insomma, siete eccitati di vedere la performance di Leto (anzi, Mr. J.) nel cinecomic di David Ayer? Noi fibrilliamo di hype, e vi diamo appuntamento al 17 agosto 2016 per il suo arrivo nelle sale italiane!

Fonte: Collider

© RIPRODUZIONE RISERVATA