Quando Lebron James scelse di abbandonare i suoi Cavs per andare a vincere l’anello NBA al sole di Miami, a Cleveland la sua maglia è stata bruciata in piazza, poiché la decisione sapeva di tradimento (anche se questa estate il Prescelto è tornato a “casa”). Perdonate questa piccola digressione sportiva, ma le nuove immagini dal set di Batman v Superman: Dawn of Justice ci hanno fatto tornare in mente quella reazione. Non perché James sia l’ultima new entry del film di Zack Snyder, ma perché negli scatti vediamo una folla, inferocita contro Superman, scenedere per le strade di Metropolis (Detroit) con cartelli di protesta, striscioni (uno dei quali recita “Super Death”) e un fantoccio con le sembianze dell’Uomo d’Acciaio dato in pasto alle fiamme. In entrambi i casi, si tratta della distruzione di un’icona.

Perché tanto odio? Alla fine di Man of Steel, Clark Kent entrava a far parte della redazione del Daily Planet per riuscire a proteggere al meglio gli abitanti della sua città e della Terra intera. Qualcosa nell’atteso cinecomic probabilmente andrà storto: forse un’assenza prolungata mentre il mondo è in pericolo, oppure l’ennesima dimostrazione di come il supereroe sia sempre una figura che divide l’opinione pubblica, vittima proprio della sua condizione diversa ed eccezionale.

Prima del 2016 non lo sapremo, per ora largo alle supposizioni. Sotto, le foto dal set, diffuse su Twitter:

Leggi anche le ultime dichiarazioni di Ben Affleck su Batman v Superman

Fonte: Twitter

© RIPRODUZIONE RISERVATA