Uscito nei cinema italiani lo scorso 4 luglio, The Amazing Spider-Man ha debuttato con un incasso di 1,1 milioni di euro.
Ora, dopo due giorni di programmazione, il reboot in 3D dell’Uomo Ragno è arrivato a 1,7 milioni di euro. Il film è distribuito da Warner in 910 schermi (tantissimi, ma il dato si spiega con la pochissima concorrenza estiva) e ha registrato una media di 1.900 euro a sala, discreta ma non eccezionale. Per comprendere meglio i dati, facciamo un paragone con The Avengers, uscito in primavera con ottimo responso di pubblico: il crossover di supereroi Marvel era uscito in poco meno di 700 sale, con una media di quasi 3.000 euro per schermo, e aveva incassato 2,2 milioni di euro già il primo giorno.

Un dato, comunque, da prendere con le pinze, visto che The Amazing Spider-Man è uscito in piena estate, con una media di presenze in sala che da ormai un mese era in costante ribasso, mentre The Avengers era uscito all’inizio del ponte del 25 aprile. Senza contare che, mentre per il crossover Marvel il terreno era stato preparato in anticipo con i film dedicati (quasi) a ciascun supereroe, il reboot dell’Uomo Ragno arriva a pochi anni di distanza dai film di Sam Raimi, lasciando allo spettatore una inevitabile sensazione di deja-vu.

Vi ricordiamo che Cinetel copre circa il 94% degli schermi nazionali, e quindi il dato reale e definitivo potrebbe essere leggermente superiore.

(Fonte: Cinetel)

© RIPRODUZIONE RISERVATA