Abbiamo sempre detto che a dispetto di tutto, quello che ha fatto e sta facendo la Marvel nel mondo dei cinecomic è qualcosa senza precedenti. Un piano preciso, fatto di continuità narrativa e crossover, preservando lo stile classico della Casa delle idee. The Avengers ne è stato l’esempio più illuminante, e la Fase 2, con Iron Man 3 e Thor: The Dark World non è calata di livello. Gli Studios di Kevin Feige sono diventati un modello da seguire anche per le altre major, che si stanno muovendo proprio in questa direzione.

Sony sta pensando di espandere la saga di The Amazing Spider-Man non solo con relativi sequel, ma anche spin-off, che attingeranno dai supereroi e villain della serie a fumetti dell’Arrampicamuri, Sinistri Sei su tutti. E ora anche 20th Century Fox è pronta ad imboccare questo sentiero, e ha raggiunto un accordo di 3 anni con Simon Kinberg, lo sceneggiatore di X-Men: Conflitto finale e X-Men: Giorni di un futuro passato: a lui, che sta anche riscrivendo lo script del reboot dei Fantastici 4, è affidato il compito di far crescere il prestigio della Fox nel campo dei cinecomic, per non perdere terreno dalla concorrenza. Il piano è quello di realizzare dei crossover in stile Marvel, facendo incrociare le strade dei vari franchise: «Ho molte idee su come sviluppare questi brand, secondo il modello della Marvel. Voglio essere in grado di costruire storie su livelli multipli», ha dichiarato Kinberg a The Hollywood Reporter.

Intanto, Bryan Singer ha già annunciato la data di uscita del prossimo capitolo dedicato ai supereroi mutanti, X-Men: Apocalypse. La Marvel ha fatto scuola, e i suoi alunni non stanno a guardare.

Fonte: THR

© RIPRODUZIONE RISERVATA