michael keaton insicuro di tornare come batman in the flash

Tempi strani per i fan dei personaggi DC: da un lato l’entusiasmo per il ritorno su (piccolo) schermo dei loro eroi con la Zack Snyder’s Justice League, dall’altro i dubbi sul proseguo dell’universo cinematografico. Ad aprile dovrebbero cominciare le riprese di The Flash, film affidato ad Andy Muschietti con Ezra Miller protagonista. Chi non è sicuro di essere della partita però è Michael Keaton, il cui possibile ritorno come Batman aveva mandato i fan in fibrillazione.

I primi rumor sul ritorno di Keaton come Uomo Pipistrello risalgono a qualche mese fa. L’attore, la cui carriera è stata rilanciata anche grazie al successo di Birdman, pare fosse in trattative per rimettere il mantello a 30 anni dall’ultima volta, in Batman – Il ritorno di Tim Burton (1992). Per lui sarebbe stato pronto un ruolo da mentore al fianco del giovane Flash, un tentativo forse di ricreare la stessa dinamica che intercorreva tra Tony Stark e Peter Parker – del quale curiosamente Keaton è stato anche avversario, interpretando Avvoltoio in Spiderman: Homecoming. Lo stesso attore, però, ora non sembra più così convinto.

In un’intervista rilasciata a Deadline, Michael Keaton ha affrontato il discorso del suo ritorno come Batman, con parole che potrebbero scontentare i suoi fan. Quando gli è stato chiesto qualcosa a riguardo, ha risposto:

«Ho bisogno di pensarci, perchè sono molto fortunato, sto attraversando un periodo molto pieno. Sono concentrato sul lavoro. Non so perchè ma… Ok, per dirti la verità sul mio iPad c’è tutta una conversazione su questa cosa di Flash, ma li ho chiamati e ho detto che onestamente non ho tempo per pensarci. Sono concentrato su quello che sto facendo [ndr una serie per Hulu, Dopesick]. Se ne parlassi ora, ti direi delle stron***e. Non lo so davvero. Devo guardare l’ultima bozza di sceneggiatura».

Tanta incertezza nelle parole dell’attore, di recente nominato assieme a Sacha Baron Cohen, Joseph Gordon-Levitt, Eddie Redmayne e Mark Rylance per il SAG Award 2021 al Miglior Cast cinematografico per Il Processo ai Chicago 7. A minare le possibilità di rivedere Michael Keaton come Batman, però, è anche qualcos’altro.

«È il Covid. Sono molto preoccupato. Tengo gli occhi puntati più che mai sulla situazione nel Regno Unito. Questo determinerà ogni cosa, è per questo che ora vivo fuori dalla città in 17 acri di terra, stando lontano da tutti, perché il Covid mi preoccupa davvero molto. Quindi questa è la cosa prioritaria per tutti i miei progetti. Ci penso e dico: fare questa cosa potrebbe uccidermi, letteralmente? E se non lo farà, allora ne parleremo».

Mentre aspettano di sapere se Michael Keaton scioglierà le sue riserve, i fan DC possono contare su qualche certezza per il futuro di Batman: l’eroe di Gotham sarà interpretato di nuovo da Ben Affleck nello stesso film di Andy Muschietti, e da Robert Pattinson nel prossimo The Batman di Matt Reeves, che resterà però a parte rispetto all’universo cinematografico visto sin qui. La parte dell’Uomo Pipistrello non è mai stata così affollata.

Foto: Warner Bros.

Fonte: Deadline

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA