Ieri vi abbiamo dato la notizia del leak online di gran parte dei titoli in corsa per gli Oscar 2016, ora le indagini dell’FBI sembrano aver scoperto come il nuovo film di Quentin Tarantino The Hateful Eight sia finito online.

Sembra che il colpevole sia Andrew Kosove, co-CEO della Alcon Entertainment, la casa di produzione del remake Point Break. Kosove avrebbe inviato via mail la copia del film di Tarantino nelle sue mani. La copia è stata infatti consegnata al suo ufficio e rilasciata online dopo poche ore.

Almeno questo sarebbe successo secondo le fonti citate dal The Hollywood Reporter, che affermano che l’FBI stia collaborando attivamente con la Weinstein Co. per scoprire il colpevole e che durante le indagini tutte le piste li hanno ricondotti alla copia nelle mani di Kosove. Il produttore si difende come può e in un’intervista al sito ha dichiarato: «Non ho mai visto quel DVD. Non l’ho nemmeno mai toccato. Saremo cooperativi al 100% con l’FBI e condurremo delle indagini interne. Scopriremo cos’è successo».

Secondo un report trapelato online, il DVD è stata ritirato da un certo Tom presso gli uffici della Alcon e successivamente postato online da degli hacker, che su i forum si firmano con il nickname Hive-CM8 e hanno dichiarato: «Lo faremo a tutti, uno alla volta… partendo dai film più attesi dell’anno! Arriveranno anche gli altri».

La possibilità che qualcuno abbia sottratto il DVD a Kosove, probabilmente un impiegato della Alcon, ci sembra la più probabile. Dovremo aspettare la release ufficiale del film per capire che danni abbia creato il leak, ma considerando che in sole ventiquattro ore ci sono stati tra i 200.000 e i 600.000 download siamo sicuri che Tarantino non sarà affatto contento!

Voi cosa ne pensate? Al solito, noi vi terremo aggiornati sugli sviluppi di questo mistero.

Fonte: THR

© RIPRODUZIONE RISERVATA