Delle rigidissime regole sul set di The Hateful Eight ne aveva già parlato Christopher Waltz, ma in questa nuovissima intervista rilasciata da Variety a parlare del suo ottavo film è proprio lui, Quentin Tarantino.

Grazie al magazine, in calce, vi mostriamo una recente chiacchierata che il regista (e alcuni membri della crew) hanno registrato durante il press tour del film. Le lodi di Quentin a Samuel L. Jackson, «È un attore con la A maiuscola – ha rivelato Tarantino – Non è diventato semplice scrivere per lui, è diventato difficile non scrivere per lui».

Il regista ha parlato anche delle scene di violenza che vedremo nel film e dell’unica inviolabile regola che Quentin Tarantino impone ai suoi attori e alla sua crew durante le riprese, quella di spegnere i propri cellulari.

Godetevi la formidabile video-intervista e il racconto di come Samuel sia diventato la nuova musa di Tarantino!

Fonte: Variety

© RIPRODUZIONE RISERVATA