Non manca molto al tradizionale stop di metà stagione di The Walking Dead. Con quella che stasera andrà in onda su FOX, sono 3 le puntate dal break: le situazioni da risolvere sono tante e si sviluppano su diversi percorsi narrativi, poi come sempre destinati a incrociarsi. Da una parte c’è la storia di Beth, rinchiusa in un ospedale di Atlanta; dall’altra quella di Daryl e Carol, diretti proprio verso la figlia minore di Hershel; dall’altra ancora c’è il gruppo di Washington, formato da Abraham, Rugene, Maggie, Glenn, Rosita e Tara e infine ci sono Rick, Michonne, Carl & Co. rimasti alla chiesa di padre Gabriel. Nonostante gli ultimi due episodi siano stati scarsi di emozioni, le midseason sono sempre territorio di colpi di scena improvvisi, con quello che le precede a fare da calma piatta prima della tempesta. E anche quest’anno le regole non cambieranno, almeno a sentire quanto svelato da Robert Kirkman.

Il creatore della saga a fumetti da cui è tratto lo show AMC (di cui è produttore esecutivo) ha spiegato come la direzione sia quella di portare a un nuovo confronto tra esseri umani (probabile che sia tra il gruppo di Rick e quello dell’ospedale in cui si trova Beth), ma promette una cosa: «Sarà diverso da quanto visto sinora, capiteranno una serie di eventi inaspettati. Sulla scala da uno a dieci, direi che sarà un episodio mortale».

Dobbiamo aspettarci una strage, oppure un personaggio storico della serie è destinato a lasciarci? La quarta stagione concluse la sua prima corsa con la morte di Hershel e del Governatore, e anche quest’anno, a quanto sembra, succederà tutto in 40 minuti…

Fonte: ComicBookMovie

© RIPRODUZIONE RISERVATA