A 3 episodi dalla mid-season finale che fermerà The Walking Dead sino al 2015, la narrazione procede su binari diversi, anche se paralleli. Settimana scorsa abbiamo scoperto dove fosse finita Beth, la cui storia è intrecciata con quella di Daryl e Carol, allontanatisi dal gruppo per cercarla. Ora, con Rick sempre alla chiesa di padre Gabriel, l’attenzione si sposta sul gruppo formato da Abraham, Rosita, Tara, Eugene, Glenn e Maggie, diretti a Washington per porre fine all’Apocalisse. L’episodio da una parte fa luce sulla dolorosa backstory di Abraham, sempre più ossessionato di arrivare nella capitale; dall’altra si concentra sull’enigmatica figura di Eugene. Da sempre personaggio misterioso e taciturno, è tra i più difficili da inquadrare nella serie. Sembra un perdente nato, ma una caratterizzazione tale spesso è costruita proprio per nascondere lati oscuri. Che infatti qui emergono di prepotenza, sino al climax finale.

Anche se più ritmato del precedente, l’episodio ha molte pause e in testa affiora una domanda: dove diavolo vuole andare a parare Scott Gimple? Siamo di nuovo finiti nella struttura in mini-capitoli che ha caratterizzato la seconda metà della quarta stagione, spezzettando eccessivamente la narrazione. Anche quest’anno una reunion ci sarà, forse proprio a Washington, ma rispetto alle prime tre puntate, quando i protagonisti erano uniti, già si percepisce una caduta di intensità e i colpi di scena non fanno esattamente cadere dal divano.

La gallery-recap dell’episodio 5×04
La gallery-recap dell’episodio 5×03

La gallery-recap dell’episodio 5×02

La gallery-recap dell’episodio 5×01

In attesa di momenti migliori, riviviamo l’episodio nella photogallery qui sotto:

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA