È sempre un buon segno quando le proiezioni aperte al pubblico si riempiono, è un po’ scomodo se sei accreditato e devi seguirle comunque, ma ci passi sopra volentieri e se non riesci ad entrare per via della fila prendi in mano il programma e segui un altro film, magari attraversando Torino in una limpida e fredda giornata di sole, scoprendo angoli e stradine nascoste di questa bella città. Tra i film in programma per questa seconda giornata del Festival del Film di Torino spiccano Enough Said, Frances Ha e Sweetwater. Con Enough Said basterebbe “non dire altro che” è l’ultimo film con James Gandolfini protagonista (guarda il trailer). L’attore simbolo de I soprano, scomparso lo scorso giugno a Roma, torna sul grande schermo ed emoziona, non solo per la prematura scomparsa ma per il suo modo peculiare e singolare di recitare, la sua voce profonda e la capacità di rendere intimo e vicino alla quotidianità il personaggio di Albert, un corpulento divorziato un po’ orso che incontra Eva (Julia Louis-Dreyfus), divorziata anche lei e massaggiatrice nella vita. La storia d’amore, scritta e diretta da Nicole Holofcener (già regista di serial come Sex & The City e Six Feet Under) uscirà in Italia nell’aprile 2014.

Greta Gerwig e Mickey Sumner sono le protagoniste di Frances Ha, presentato nella sezione Festa Mobile del Festival. Il film è ambientato in una Manhattan molto Alleniana in cui le due ragazze, Frances e Sophie, migliori amiche, condividono un appartamento a Brooklyn cercando di sopravvivere ai ritmi frenetici della Grande Mela. La vita però le porta presto a percorrere strade differenti da quelle che avevano progettato di seguire insieme. Un film molto critico verso la generazione perduta dei pre e post trentenni moderni, in parte troppo superficiali e immaturi per affrontare seriamente i problemi della vita, e così facilmente corruttibili contro i propri stessi ideali. Il punto di forza è la scelta del colore della pellicola: rigorosamente in bianco e nero.

Per la sezione After Hours è stato presentato il film Sweetwater, con protagonisti Ed Harris, Jason Isaacs (Lucius Malfoy di Harry Potter) e January Jones (la Betty di Mad Man e Emma Frost degli X-Men). Ambientato nell’800 e in una polverosa landa desertica del New Mexico il film racconta dello scontro fra il fanatico religioso, il profeta Josiah (Isaacs) e l’ex prostituta Sarah (Jones). Una storia di vendetta e di emancipazione femminile contornata da caratterizzanti elementi western e una buona dose di humor, principalmente concentrati nella figura del braccio destro della legge, lo Sceriffo Jackson (Harris).

In programma per domani le proiezioni di C.O.G., The Way Way Back e l’attesissimo lavoro di Pif , La mafia uccide solo d’estate.

Leggi anche Torino Film Festival: al via la 31° edizione con Last Vegas, la commedia con De Niro e Michael Douglas

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA