Abbiamo testato il 3D su un televisore Sony AVANGUARDIA serie LX900 da 52”, con occhialini Active Shutter sperimentando tipi di trasmissioni differenti.

Il primo esperimento è stato con un video demo 3D, dove in sequenza abbiamo passato in rassegna un documentario con protagonista un orso polare durante una nuotata e due videogiochi. In tutti e tre i casi è sembrata molto evidente la profondità dell’effetto 3D. Mentre l’effetto pop-up (l’impressione di immagini che fuoriescono dallo schermo) è apparsa incisiva soprattutto in uno dei due videogiochi, 3D nativo (ovvero già realizzato in 3D).

Il secondo esperimento, invece, è stato fatto con i trailer di 2012 e Angeli e demoni, ossia su materiale 3D non nativo, che abbiamo convertito al momento, grazie alla funzione apposita, che si attiva tramite il tasto 3D del telecomando. In questo caso la ricchezza tridimensionale dell’immagine appariva molto meno evidente. Mentre la profondità risultava ancora di buon livello, l’effetto po-up risultava di minore impatto.

Scopri il kit 3D Sony.

© RIPRODUZIONE RISERVATA