Come già vi avevamo anticipato nel precedente articolo sul tema, l’uscita italiana di Una donna promettente, inizialmente prevista per il 13 maggio, è stata spostata qualche giorno fa al 24 giugno. Uno slittamento che nell’ottica dei rinvii a cui siamo stati abituati durante la pandemia, non sembrerebbe poi tanto anomalo, ma che alla luce della recente polemica connessa al film, aveva fatto sorgere il dubbio che potesse essere legato ad un ipotetico ritorno in sala di doppiaggio.

Per chi non avesse seguito la storia, negli ultimi giorni il lungometraggio premio Oscar diretto da Emerald Fennell è finito al centro della bufera a causa della scelta di un uomo, Roberto Pedicini, come doppiatore italiano di Laverne Cox, attrice transessuale che presta il volto al personaggio di Gail.

Tutto è partito da una clip condivisa da Universal sul suo canale ufficiale – in cui si poteva riconoscere chiaramente che la voce assegnata all’attrice era maschile –, bersagliata in poco tempo da centinaia di commenti risentiti che definivano il doppiaggio “da denuncia, imbarazzante, disgustoso, di cattivo gusto e transfobico”.

Tra minacce di boicottaggio ai danni di Una donna promettente e tentativi di difendere la scelta di Universal facendo notare che Laverne Cox era già stata doppiata da un uomo anche nelle serie Orange is the New Black e L’arte del dubbio, la clip è stata rimossa da YouTube e la data di debutto del film rinviata.

E ora, apprendiamo dal The Guardian che lo slittamento era effettivamente legato al ridoppiaggio di Laverne Cox. Universal ha infatti annunciato che la voce dell’attrice nella versione italiana verrà cambiata, diffondendo inoltre un messaggio di scuse indirizzato all’interprete:

«Siamo profondamente grati a Laverne e alla comunità transgender per averci aperto gli occhi su un pregiudizio che né noi né molti nel nostro settore avevamo riconosciuto. Sebbene non vi fosse alcun intento dannoso dietro questo errore, stiamo lavorando diligentemente per risolverlo. Abbiamo iniziato a doppiare la signora Cox con voci femminili nei nostri territori internazionali e stiamo posticipando le date di uscita per garantire che sia disponibile la versione corretta. Ci dispiace per il dolore causato, ma siamo grati di poter affrontare la situazione in questo film e impedire che errori simili si ripetano su progetti futuri.»

Diretto da Emerald Fennell, Una donna promettente si è appena aggiudicato l’Oscar per la migliore sceneggiatura originale alla 93ª edizione degli Academy Awards. Ad affiancare Laverne Cox, un cast che comprende anche la protagonista Carey Mulligan e nomi come Alison Brie, Bo Burnham, Clancy Brown, Jennifer Coolidge, Connie Britton e Adam Brody.

Qui la sinossi ufficiale:

Tutti dicono che Cassie era una giovane donna promettente… fino ad un misterioso evento che ha brutalmente dirottato il suo futuro. Nella vita di Cassie però nulla è come sembra: è perfidamente intelligente, seducente, astuta e vive una doppia vita segreta di notte. Ora un incontro inaspettato sta per dare a Cassie l’opportunità di rimediare agli errori del passato in questa avvincente e emozionante storia.

Foto: Universal Pictures

© RIPRODUZIONE RISERVATA