una donna promettente polemiche per la voce di laverne cox

A pochissimi giorni dall’uscita nelle sale italiane di Una donna promettente, il film di Emerald Lilly Fennell finisce al centro delle polemiche. Tutto è nato da una clip pubblicata sui canali ufficiali della Universal e che, in breve tempo, è diventata argomento di tendenza sui social. Il motivo del malcontento è il doppiaggio dell’attrice transgender Laverne Cox.

Non c’è dubbio che negli ultimi anni il tema della rappresentazione culturale sia molto caldo. Ha colpito per lo più cartoni animati e film d’animazione, come nel caso di Hank Azaria, storico doppiatore del personaggio dei Simpson Apu che poco tempo fa ha deciso di lasciare il ruolo. Da Kristen Bell a Jake Gyllenhall, sono molte altre le star che si sono pentite di un ruolo “politicamente scorretto”: nella maggior parte dei casi per motivi dovuti alla razza e cultura, in altri all’identità sessuale del personaggio rappresentato. La questione ora ha colpito anche Una donna promettente, film con Carey Mulligan che è valso l’Oscar per la Miglior Sceneggiatura Originale poche settimane fa.

Nell’ultima clip italiana del film comparsa sui canali Universal, si sente infatti la voce che è stata data al personaggio interpretato da Laverne Cox, attrice che ha fatto segnare molti step importanti per la comunità LGBTQ+. Prima transgender ad essere stata candidata ad un Emmy (per il suolo in Orange is the New Black), ad apparire sulla copertina di Time e Cosmopolitan e a ricevere una statua di cera nel celebre museo di Madame Tussauds

Proprio la scelta di un doppiatore maschio con una voce molto baritonale ha fatto finire la Universal al centro della polemica: centinaia i commenti sotto la clip – che era stata condivisa e ora cancellata da Instagram –  che parlano di doppiaggio da denuncia, imbarazzante, disgustoso, di cattivo gusto, transfobico e via dicendo (QUI potete leggere anche i tweet recenti sulla vicenda). Molti stanno decidendo di boicottare il film, mentre altri fanno notare che l’attrice è stata doppiata da un uomo anche nella popolare serie e in L’arte del dubbio, dove a darle voce era Andrea Lavagnino. La scelta fatta in questi anni sembra dovuta alla volontà di avvicinarsi il quanto più possibile alla voce originale di Laverne Cox (che potete sentire per esempio QUI).

Perché quindi la polemica? Per alcuni il problema sta nell’aver scelto ancora un uomo per doppiare l’attrice transgender, mentre per altri è la voce troppo profonda ed evidentemente maschile, tanto da aver accentuato ancora di più il divario e dato vita ad un risultato per molti inaccettabile.

Le critiche potrebbero però aver colpito nel segno: nella clip italiana pubblicata pochi giorni fa viene ancora segnalato il 13 maggio come data di uscita, ma in questo momento sul sito ufficiale della Universal il film è segnato comeProssimamente solo al cinema”. Si è deciso quindi per un rinvio del film, magari per consentire il ridoppiaggio a seguito della polemica? 


UPDATE dell’11 maggio:

Dal sito italiano della Universal apprendiamo che l’uscita del film è stata rinviata ufficialmente dal 13 maggio al 24 giugno.

Qui la sinossi ufficiale:

Tutti dicono che Cassie era una giovane donna promettente… fino ad un misterioso evento che ha brutalmente dirottato il suo futuro. Nella vita di Cassie però nulla è come sembra: è perfidamente intelligente, seducente, astuta e vive una doppia vita segreta di notte. Ora un incontro inaspettato sta per dare a Cassie l’opportunità di rimediare agli errori del passato in questa avvincente e emozionante storia.

Foto: Universal Pictures

© RIPRODUZIONE RISERVATA