Stan Lee

[ATTENZIONE: SPOILER SU GUARDIANI DELLA GALASSIA VOL. 2]

La teoria è ormai nota: secondo molti fan, i camei di Stan Lee nei film dell’Universo Cinematografico Marvel non sarebbero casuali, dato che in verità il fumettista avrebbe sempre interpretato il medesimo ruolo, ovvero quello di Uatu l’Osservatore, personaggio creato dallo stesso Lee e da Jack Kirby all’inizio degli anni ’60, e il cui scopo nell’esistenza è proprio osservare tutto ciò che succede nell’Universo.

E poi, ecco arrivare il cameo di Guardiani della Galassia Vol. 2, in cui abbiamo visto Stan proprio in compagnia di tre Osservatori. Che lui sia quindi uno di loro? Kevin Feige aveva dichiarato che l’idea del cameo è partita proprio dalla gettonatissima teoria, ma stando ai titoli di coda del film, il fumettista non sarebbe Uatu, bensì un semplice «informatore degli Osservatori». Insomma, probabilmente un essere a parte che possiede i poteri necessari per durare nel tempo (era già nel primo Captain America, se ricordate), ma che non è comunque parte della razza aliena in questione.

Ha approfondito Feige: «Abbiamo girato tante scene con Stan quando è venuto ad Atlanta. Diciamo solo che lui è un’entità diversa all’interno dell’Universo Cinematografico Marvel, uno che può frequentare gli Osservatori e parlare loro dei suoi camei».

Dite che altri indizi ci saranno rivelati nel corso delle prossime avventure? Per adesso, non ci rimane che attendere con trepidazione!

Fonte: SF

© RIPRODUZIONE RISERVATA