La Universal ha in programma già da un po’ l’idea di creare un universo cinematografico dedicato ai suoi mostri classici: La mummia, Dracula, Il mostro di Frankenstein… A capo del progetto ci saranno Alex Kurtzman (Transformers) e Chris Morgan (Fast & Furious).

Dracula Untold ha fatto da apripista al nuovo universo espanso che sappiamo comprenderà anche il cacciatore di vampiri Van Helsing e verrà lanciato nel 2017 grazie al reboot de La Mummia.

Ad oggi conoscevamo poco dei piani della major per il nuovo franchise, ma grazie a una recente intervista di Kurtzman con Variety, abbiamo qualche dettaglio in più sul progetto: «Vi prometto che ci sarà dell’horror in questi film… La parte difficile in realtà è combinare l’horror con l’avventura o la suspense o l’azione, e rimanere allo stesso tempo fedeli a tutti i generi insieme».

La rivista ha incontrato anche Chris Morgan, che ha rivelato che molto spazio verrà dato alle questioni familiari dei personaggi: «[Finora] non è stato un mondo amplificato. Quindi esploreremo problemi riguardanti l’identità familiare e ci porremo domande come ‘Qual è il mio vero posto nel mondo?’».

Il piano è dunque quello di approfondire in maniera piuttosto seria questi film. Della distribuzione parla invece il presidente di Universal, Donna Langley, che dichiara che vedremo al cinema un film dedicato ai mostri con cadenza annuale, ma non preoccupatevi, rassicura la CEO, procederanno con calma per non deludere le aspettative: «I personaggi interagiranno fra loro attraverso i diversi film. Al momento lo stiamo “incubando” e vogliamo prenderci tutti il tempo per farlo nel modo giusto».

Secondo Alex Kurtzman lo scopo finale è quello di creare una sorta di mitologia che riguardi al genere ponendosi domande come: «Quali sono le regole? Quali possiamo infrangere e quali sono intoccabili?». Stando alle dichiarazioni di Kurtzman e Morgan per dare inizio a questo processo avrebbero «guardato ossessivamente i film sui mostri della Universal, i titoli della Hammer Horror e altri lavori spaventosi». Grazie all’intervista scopriamo anche che al momento sono ben 10 gli autori al lavoro sul progetto, ognuno su un mostro diverso.

Voi cosa ne pensate? Curiosi di vedere come se la caverà la Universal con un universo condiviso?

Fonte: Collider

© RIPRODUZIONE RISERVATA