La stagione cinematografica della commedia italiana continua. Arriva il 12 novembre nelle sale Ti presento un amico, il nuovo film targato Vanzina. Enrico e Carlo Vanzina, che hanno scritto la sceneggiatura con Francesco Massaro, hanno voluto Raoul Bova nei panni di un manager imbranato che si lascia scegliere dalle donne. «Senza di lui», sottolinea Enrico Vanzina durante la conferenza stampa di presentazione di Ti presento un amico tenutasi oggi a Roma, «non avremmo fatto il film. Era lui l’uomo che cercavamo: anche se è un uomo che potrebbe approfittare della sua bellezza ha una sua morale ed è sopraffatto dalle donne che incontra».
Protagonista è Marco (Raoul Bova), un uomo in carriera che lavora a Londra in una società di cosmetici, dal nome Helen Brook. Lasciato improvvisamente dalla ragazza (che preferisce un futuro certo da moglie in Italia alla disoccupazione londinese), Marco viene chiamato dal capo tedesco per una riunione nella sede italiana a Milano. La paura di essere licenziato lascia subito il posto alla sorpresa per un salto di grado. Sarà il nuovo direttore marketing con un obiettivo chiaro: licenziare le persone in esubero (un compito toccato di recente anche a George Clooney in Up in the Air). Sullo sfondo della crisi, pretesto narrativo per raccontare la realtà aziendale, Marco conoscerà quattro donne. Sono incontri casuali come quello con Sarah (interpretata dall’attrice inglese Kelly Reilly al momento impegnata sul set di Sherlock Holmes 2), che gestisce una galleria d’arte moderna ed è l’amante di uno scrittore, e con Gabriella (Martina Stella) giornalista televisiva alle prese con un fidanzato pugliese estremamente geloso. O incontri nati in ufficio come con Giulia (Barbora Bobulova), una donna che ama un uomo sposato e che vorrebbe avere il nuovo posto occupato da Marco, o con Francesca (Sarah Felberbaum), una giovane dipendente ancora troppo ingenua. Tra gag e scene prevedibili si snoda l’azione di questo film che è il 50° realizzato da Carlo Vanzina. «Sono il regista vivente che ha fatto più film. Sto lavorando ad un nuovo thriller L’ultima sfilataSotto il vestito niente – ma ancora in Italia credono che sia il regista dei cinepanettoni. Ormai sono 10 anni che non li dirigo più».

Ecco il trailer:

© RIPRODUZIONE RISERVATA