Uomo o macchina? È questo l’interrogativo dietro il personaggio di Alex Murphy, il poliziotto trasformato in cyborg che nel 1987 Paul Verhoeven portò sul grande schermo in uno dei classici del genere sci-fi. Ora, Jose Padilha è pronto a ricrearne il futuro distopico (la storia è ambientata nel 2028) attraverso il remake del film, intitolato semplicemente RoboCop. Ad interpretare il ruolo che fu di Peter Weller c’è Joel Kinnaman, che come da copione subisce la sorte del suo predecessore. Dal primo trailer del film comparso online, infatti, Murphy viene investito dall’esplosione (non accidentale) della sua macchina, che ne dilania il corpo (cancellata la violentissima scena della sparatoria del film originale, dunque). Così, gli uomini della multinazionale OmniCorp creano un’armatura capace di trasformalo nel poliziotto perfetto. Ma come sempre in questi casi, dove finisce la macchina e (ri)comincia l’uomo?

Come avevamo già visto, il look del nuovo RoboCop è più moderno e high-tech di quello di Verhoeven (l’armatura è di un nero lucido). Resta da vedere come verrà affrontata la dimensione psicologica del protagonista, con i vari ricordi e istinti umani sopravvissuti alla trasformazione in cyborg, argomento affrontato da regista e cast al Comic-Con di San Diego.

Il film arriverà in Italia il 6 febbraio 2014 e nel cast comprende Abbie Cornish (che interpreta la moglie di Murphy), Michael Keaton, Samuel L. Jackson, Gary Oldman, Jay Baruchel e Jackie Earle Haley.

Sotto, il primo trailer ufficiale del film:

http://youtu.be/INmtQXUXez8

© RIPRODUZIONE RISERVATA