Woody Allen e Soon-Yi Previn hanno rotto il silenzio sulla controversa docu-serie HBO Allen v. Farrow, descrivendola come «un attacco feroce e pieno di falsità». In una dichiarazione a THR, Allen e sua moglie hanno detto che i registi della serie, Amy Ziering e Kirby Dick, «non avevano alcun interesse per la verità».  

La docuserie in quattro parti riprende le parole di Dylan Farrow, la figlia dell’attrice Mia Farrow, che racconta in dettaglio le accuse di incesto mosse contro Allen, compagno di Mia quando Dylan aveva sette anni. Accuse che però non sono mai state provate, e che sono esplose nel 2014 con una lettera aperta al New York Times nella quale la ragazza sosteneva appunto di aver subito delle molestie da parte del padre.

Allen v. Farrow presenta per la prima volta interviste estese non solo a Dylan e Mia Farrow, ma anche a Fletcher e Daisy Previn, due dei figli di Mia con l’ex marito André Previn, e testimonianze degli amici della famiglia Farrow, come Casey Pascal e Priscilla Gilma, che confermano il comportamento inappropriato tra Allen e Dylan.

Woody Allen però non ci sta e risponde con forza i contenuti della serie. «Questi documentaristi non avevano alcun interesse per la verità», recita la sua dichiarazione a THR. «Invece, hanno trascorso anni a collaborare di nascosto con i Farrow e i loro promotori per mettere insieme un atto di accusa pieno di falsità. Woody e Soon-Yi sono stati avvicinati meno di due mesi fa e hanno avuto solo qualche giorno “per rispondere”. Ovviamente si sono rifiutati di farlo».

«Come è noto da decenni, queste accuse sono categoricamente false», affermano Allen e la moglie. «Diverse agenzie hanno indagato su di loro in quel momento e hanno scoperto che, qualunque cosa Dylan Farrow potesse essere stata indotta a credere, non si era mai verificato alcun abuso». E il regista punta il dito anche contro il network, che ha una relazione diretta con Ronan Farrow, l’unico figlio biologico del regista con Mia Farrow, che da tempo si è schierato contro il padre. «Purtroppo non sorprende che la rete che manda in onda la serie sia HBO – che ha un contratto di produzione permanente e una relazione d’affari con Ronan Farrow. Anche se questo scadente prodotto di successo può attirare l’attenzione, non cambia i fatti».

Foto: ALBERTO PIZZOLI/AFP via Getty Images

Fonte: THR

© RIPRODUZIONE RISERVATA