“Biancaneve e il cacciatore”:inutile cercare altri protagonisti,il titolo suggerisce ampiamente che il protagonista è l’amore,sennò che ci sta a fare un cacciatore come Chris Hemsworth?Il film ha un identità dark,nei colori,nella mancanza di luce, nei paesaggi, nelle scenografie,nelle atmosfere.Ma manca di una vera identità,è un pò anonimo,in bilico tra favola e realtà e sarebbe stato meglio approfondire il lato realistico della storia perchè il tutto sarebbe stato più accettabile ed emozionante.Certi elementi sono troppo ridicoli per essere realtà e troppo poco favolistici per essere una favola,ed è un vero peccato che questo film non sia riuscito a imporsi come un bel film su una principessa e il suo romantico protettore.Si poteva fare di più,dare più spessore ai personaggi tra i quali l’unico meritevole è lo Specchio Magico…E la vampiresca Biancaneve,C.Stewart, dovrebbe smettere di comportarsi come una vampira stralunata e smarrita,le manca quella luce e quella grazia che la storia cerca tragicamente di darle,non è credibile,a differenza della perfida regina che però è troppo bella per sembrare così perfida.Insomma,un bel film se non fosse per la sua crisi di identità,ma val la pena vedere il cacciatore innamorato che in alcuni momenti riesce perfino a far sognare…Un sequel non ci starebbe male per approfondire la faccenda…!lilly78

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Vai al Film