Deludente, scarno, non rispettoso della storia sviluppata nel fumetto. È così che il vecchio ( e quasi dimenticato) Capitano si presenta. Le scene banali, che ci ricordano l’altalena di divertimento e serietà di Iron Man, non rendono giustizia a quello che è stato il fumetto che ha consacrato il potere Americano. Un fenomeno, un fiero patriota della seconda metà del 1900 è stato rappresentato come un semplice uomo con dei superpoteri. Anche il trailer suggerisce rimandi a Iron Man: la guerra, il desiderio di creare un super combattente non lasciano spazio alla grandiosità di Capitan America ma, proprio come nei Fantastici4, la sua storia precedente ai primi combattimenti con i veri nemici occupa un lasso di tempo, del film, troppo grande. Il cast, poi, lascia a desiderare: Chris Evans, indubbiamente bellissimo, in questa pellicola pare utile solo a trascinare ragazzine innamorate e non ad incarnare un Capitan America dai tratti duri e sicuri. Voi direte che anche i supereroi hanno la loro infanzia..ma vi rispondo che quella non è la vera storia: sono solo volumi speciali a fumetti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Vai al Film